Fluffosa al caffè

Ancora una fluffosa, la torta più trend dell’anno, ma se lo merita perchè è buonissima. Sfoglio il libro e non so mai quale scegliere, a parte il fatto che mi perdo tra quelle splendide foto, ma poi sono sempre indecisa nella scelta, perchè ce ne sono di veramente golose. La prossima sarà quella alla barbabietola o al the matcha, ma poi vedo quella al mandarino o la sacher e sono sempre più indecisa. Credo proprio che le farò tutte , del resto le colazioni incombono.

fluffosa al caffè

Print Recipe
Fluffosa al caffè
per uno stampo per chiffon cake da 18 cm
Tempo di cottura 70 minuti
Porzioni
Ingredienti
  • 160 g farina 00
  • 35 g cacao amaro
  • 160 g zucchero a velo
  • 35 g miele
  • 4 uova
  • 86 g caffè amaro a temperatura ambiente
  • 86 g olio di semi
  • 1 bustina di lievito
  • 2 gocce di limone
  • scorza grattugiata di mezzo limone
  • 1 pizzico di sale
Tempo di cottura 70 minuti
Porzioni
Ingredienti
  • 160 g farina 00
  • 35 g cacao amaro
  • 160 g zucchero a velo
  • 35 g miele
  • 4 uova
  • 86 g caffè amaro a temperatura ambiente
  • 86 g olio di semi
  • 1 bustina di lievito
  • 2 gocce di limone
  • scorza grattugiata di mezzo limone
  • 1 pizzico di sale
Istruzioni
  1. Prendere una ciotola grande. All'interno setacciare la farina con il lievito, il cacao, lo zucchero a velo ed il pizzico di sale. Versare al centro delle polveri l'olio, il miele ed il caffè già miscelati insieme. Mescolare e poi aggiungere uno alla volta i tuorli delle uova.
  2. Montare a neve soda gli albumi con due gocce di limone e poi amalgamarli molto bene al resto del composto facendo attenzione a non smontarlo.
  3. Versare nello stampo da chiffon cake (se usate uno stampo normale va imburrato ed infarinato prima) e cuocere in forno già caldo a 150° per un'ora e 10 minuti circa. Sfornare e sempre se si usa lo stampo da chiffon capovolgerlo e far raffreddare benissimo la torta.

fluffosa al caffè

Consiglio a tutti il libro “Le Fluffose” perchè è veramente ben fatto, è piacevole sfogliarlo, godere di foto meravigliose e poi sfornare torte così alte, soffici e buonissime regala una gioia immensa. Tra l’altro è appena uscita la versione libro + stampo, in edizione limitata e può essere acquistata qui,  credo proprio che sia un’ottima idea per i prossimi regali di Natale!

8 Comments

  • Carissima Marina ti faccio i miei migliori e più sinceri complimenti per questa torta favolosa che hai realizzato: la sua consistenza è sofficissima come una nuvola e il sapore è sicuramente troppo godurioso, adatta particolarmente a me che adoro alla follia il caffè e i dolci che lo vedono come protagonista:)). Peccato non avere lo stampo giusto, altrimenti l’avrei sicuramente replicata:(
    Un bacione, buona domenica e grazie mille per la condivisione:)).
    Rosy

  • Daniela ha detto:

    Al caffè deve essere meravigliosa a colazione 🙂
    Un bacio e buona settimana

  • giuliana ha detto:

    Deve essere squisita al cafè, perfetta per partire al meglio!!!

  • Luna ha detto:

    Noooo questa me l’ero persa!!! Come ho potuto? E’ una meraviglia di goduria pura!!!

  • Heidi ha detto:

    Stupenda davvero.. Come mai il miele in questo caso?? Di solito la fluffosa non mi sembra ce l’abbia…

    • Marina Riccitelli ha detto:

      Per la consistenza dell’impasto, in questo caso la ricetta del libro prevede lo sciroppo d’acero oppure il miele. Ma puoi tranquillamente non aggiungerlo, viene benissimo lo stesso!

  • Paoka ha detto:

    Complimenti sarà buonissima una curiosità XX io la fluffosa la faccio spesso versione giraffata, cioccolata o semplicemente all’atancia ma non ho mai omesso il cremor tartaro pensando fosse indispensabile … almeno dalle ricette che ho seguito
    Tu non lo metti? Come mai? So che serve a stabilizzare l’albune.
    Grazie

    • Marina Riccitelli ha detto:

      Ciao, la fluffosa è buona in tutte le sue declinazioni!!! Allora io sostituisco il cremor tartaro con due o tre gocce di limone. Il cremor tartaro non è altro che acido tartarico che con la sua lieve acidità provoca lo sviluppo dell’anidride carbonica gassosa e aiuta gli albumi a montare meglio. Se non hai il cremor tartaro l’uso di un acidificante naturale come il limone ti viene in aiuto ed il risultato è lo stesso. Ecco qui!! Grazie per essere passata, buona domenica!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.