la pizzetta rossa

la pizzetta rossa, comfort food romano

Eccoci con  “L’Italia nel piatto” di ottobre che ha un tema stragoloso: la pizza, il piatto più amato al mondo e simbolo della gastronomia italiana.

Da sempre, a mia memoria, la pizza è la merenda dei bambini romani, in classe durante la ricreazione, all’uscita di scuola, nella pizzeria strategicamente posizionata di fronte al cancello delle elementari, a casa, al parco, per strada durante la passeggiata, insomma ogni occasione è buona per mangiarsi un pezzo di pizza.

A Roma le pizze più diffuse e apprezzate sono la pizza bianca e la pizza rossa.

Generalmente si acquistano dal fornaio o in un negozio di “pizza a taglio”. Profondamente diverse, nell’impasto e nella consistenza, ma entrambe buonissime.

Quella del fornaio si porta a scuola, perché a quell’ora il forno è aperto; la pizza a taglio, invece,  la mangi di pomeriggio quando esci da scuola e devi fare merenda.

La pizza bianca è buonissima, sia nella versione morbida che nella versione “scrocchiarella”,  ripiena di mortadella diventa la regina dei rinfreschi e delle merende adulte.

In questo periodo è buonissima ripiena di prosciutto crudo e fichi, un accostamento che va provato perché è delizioso.

Poi arriva lei, la pizza rossa anche in versione pizzetta come quella che vi propongo.

La pizza rossa del fornaio è imbattibile, è sottile, croccante e unta. E così deve essere!

Un etto di pizza rossa e vai in visibilio, il fornaio te la incarta e tu devi stare attento a dove la metti perché se no ti unge i libri o i quaderni. Può avere un po’ di origano sopra, qualcuno ci aggiunge il prezzemolo ma di sicuro deve avere solo pomodoro, sale e olio.

E quando suona la campanella, se non te la sei già finita sbocconcellandola a pezzetti da sotto il banco, la tiri fuori e fai la merenda più buona del mondo. Ai miei tempi, a ricreazione si mescolavano gli odori di pizza rossa e banana, queste erano le merende che facevano tendenza!

Vi spiego come l’ho fatta, ma sicuramente le vostre ricette della pizza saranno di gran lunga più buone della mia, però provate a farla anche così!  Buona merenda!!

Print Recipe
la pizzetta rossa
il comfort food romano per eccellenza
Porzioni
2 pizze di 22 m di diametro
Ingredienti
  • 500 g farina di tipo 0
  • 375 g acqua
  • 3 g di lievito di birra secco
  • 12 g di olio d'oliva extra vergine
  • 1 cucchiaino di sale
per il condimento
  • 200 g di polpa di pomodoro
  • un filo d'olio
  • un pizzico di sale
  • un pizzico di origano
Porzioni
2 pizze di 22 m di diametro
Ingredienti
  • 500 g farina di tipo 0
  • 375 g acqua
  • 3 g di lievito di birra secco
  • 12 g di olio d'oliva extra vergine
  • 1 cucchiaino di sale
per il condimento
  • 200 g di polpa di pomodoro
  • un filo d'olio
  • un pizzico di sale
  • un pizzico di origano
Istruzioni
  1. Nella planetaria unite tutta la farina con il lievito e con metà dell'acqua. Cominciate ad impastare, aggiungendo pian pianino altra acqua. Quando l'impasto sarà ben amalgamato aggiungete il sale sciolto in un cucchiaio d'acqua e continuate ad impastare. Successivamente aggiungete l'olio e ricominciate mescolare. Raggiungerà la giusta consistenza quando l'impasto si staccherà dalle pareti della ciotola e risulterà ben compatto ed elastico.
  2. Toglietelo dalla planetaria adagiatelo sul piano di lavoro leggermente infarinato, piegatelo due o tre volte su se stesso, poi inseritelo in una grande ciotola coprendolo con la pellicola per evitare che durante la lievitazione faccia la crosticina. Sulla pellicola adagiate anche un panno pulito per evitare un eventuale passaggio di aria Sistematelo nel forno magari con la lucina accesa e fate lievitare due ore circa.
  3. Riprendete il panetto, date altre due o tre pieghe poi dividetelo in due parti. Stendete ogni panetto su una teglia unta, fatelo con le dita e non con il mattarello. Pian piano, con i polpastrelli, fate in modo che l'impasto si stenda per tutta la teglia, tirandolo un po' ai lati, se necessario.
  4. Coprite con un panno pulito e lasciate riposare un po'. Nel frattempo prepariamo il pomodoro in una ciotola aggiungendo sale e olio. Mescolate e se vi piace aggiungete un pizzico di origano.
  5. Distribuite il pomodoro su tutta la superficie della pizza poi infornate. Nel mio forno per circa 15 minuti a 230°, regolatevi con il vostro, l'importante è che il forno sia ben caldo nel momento in cui inserirete la pizza.
  6. Una volta sfornata avrà bisogno di un altro giro d'olio "a crudo" come diciamo da queste parti!

la pizzetta rossa, comfort food romano

Ed ora andiamo a dare un’occhiata alle pizze delle altre Regioni d’Italia!!

Valle d’Aosta:

28 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.