Cantucci di riso con mandorle e cioccolato

I cantucci!!! ogni volta mi trovo in una località dove questi biscotti vengono fatti artigianalmente devo assaggiarli, sono buoni, croccanti e qui da noi nel Lazio si chiamano tozzetti.
Questi cantucci mi ronzavano in testa da un bel po’ di tempo! Sicuramente dall’ultima volta che ho provato a farli e sono venuti duri come sassi. Non ricordo dove avessi preso la ricetta ma stavolta è quella di Luca Montersino, i cantucci preparati con la farina di riso. La ricetta sul sito dedicato in realtà non è molto precisa anzi direi piuttosto confusa e così ho usato quella di un’altra grande guru della pasticceria: Monica la simpatica e tenera mamma della fluffosa, naturalmente anche qui ho cambiato qualche cosa ma molto poco, però ho aggiunto del cioccolato.
Gli ingredienti: 325 g. di zucchero, 250 g. di zucchero di canna, 250 g. di uova, 100 g. di tuorli , 200 g. di farina W170, 400 g. di farina di riso, semi di vaniglia, 2 cucchiaini di bicarbonato, mandorle con la pelle, pezzetti di cioccolato fondente, un pizzico di sale.

Nella ciotola della planetaria ho montato le uova con gli zuccheri fino a renderli spumosi. Poi ho aggiunto le due farine setacciate insieme alla vaniglia e al bicarbonato, ho montato a lungo infine ho aggiunto un pizzico di sale, le mandorle tostate ed i pezzetti di cioccolato fondente. Ho amalgamato il tutto poi ho creato con un sac a poche usa e getta ho formato dei filoncini  direttamente sulla teglia  ricoperta di carta forno. Ho cotto in forno preriscaldato a 190° per circa 15/20 minuti. Li ho sfornati lasciandoli leggermente raffreddare poi ho tagliato i bastoncini e li ho rimessi a tostare nel forno a 140° per circa 10 minuti per averli morbidi, 15 minuti per averli più croccanti. Ho sfornato e ho lasciato raffreddare.

Con queste dosi ne vengono una marea, se ne volete solo un assaggio bisogna fare le debite proporzioni!

More from Marina Riccitelli
confettura di pesche noci e tè verde alle rose
  Si ricomincia ad acquistare la frutta colorata, profumata e gustosa. Questo...
Read More
Join the Conversation

31 Comments

  1. Io li adoro, ma rigorosamente di inverno, forse perché li associo ai viaggi in Toscana (che faccio sempre nei mesi freddi). L'idea del cioccolato secondo me e' fantastica, li renderà ancora più golosi!
    Baci baci,
    Antonella

  2. ciao e grazie per essere passata. Ti seguo con piacere, vedo tante buone slurperie da te, un bacione e buon we.
    ps. fammi sapere che problemi hai avuto coi babà, se hai usato ingredienti gluten free, così capisco l'inghippo.

  3. says: Rosy

    Cara Meri, dopo una lunga assenza dal blog sono passata a trovarti e vedo questi meravigliosi biscotti: ti faccio i miei migliori complimenti in quanto ti sono venuti perfetti e la tua ricetta è ottima, mi piace tantissimo, la devo provare assolutamente:)) grazie mille per averla condivisa, la salvo nel pc:))
    un bacione:))
    Rosy

  4. Che bontà! io che sono Toscana posso dirti che questi cantucci sono davvero strepitosi! l'aggiunta del cioccolato è stata un ottima idea visto che si sposa benissimo con le mandorle e la farina di riso.
    A presto, Monica

    1. says: merincucina

      Monica ogni volta che passo dalle tue parti ne faccio una scorpacciata! Sono stata proprio contenta di essere riuscita a rifarli anche se non come gli originali! Un bacio

  5. says: Valentina

    Ciao Meri 🙂 Sono una delizia questi cantucci, sai che non li ho mai fatti? Devo assolutamente provare! Un abbraccio grande e complimenti, buona serata 🙂 :**

  6. says: carmencook

    Ho preso una piccola pausa del blog e mi stavo perdendo questi deliziosi cantuccini!!!
    Mi salvo immediatamente la ricetta così li provo!!!
    Un mega abbraccio e buon ferragosto
    Carmen

  7. says: Luna B

    Ultimamente sono un po assente dal mondo del food blog perdono 😉 Ma vedere questi cantucci mi riemette al mondo ed in gran forma! Non oso immaginarne la bontà! Buona estate tesoro!

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.