la storia a tavola: Colonne di Pompei con tonno e pomodorini confit

Penso che la fantasia campana non abbia limiti! Simpatici, ironici, acuti ed intelligenti! Di esempi ne è piena la cultura, grandi attori da Totò a Massimo Troisi, scrittori, dal Tasso a Saviano, pittori dal Bernini a Vanvitelli e la bellissima musica napoletana, da quella popolare a quella in continua evoluzione artistica come quella del mio preferito, il bravissimo Pino Daniele. Insomma una terra di geni e lo dimostrano anche a tavola. La magnifica pasta di Gragnano oltre alla sua qualità ormai consacrata ha la particolarità di essere una “vera opera d’arte”. Mi incanto nel vedere tutti quei formati ruvidi e perfetti con delle forme particolarissime e dai nomi simpaticissimi ed evocatori. Come queste Colonne Pompei, 

dei lunghissimi fusilloni che hanno la caratteristica di rimanere sodi e ruvidi dopo la cottura per poi sposarsi felicemente con il sugo preferito. Io li ho preparati così:

Gli ingredienti: 250 g. di  pasta della Fabbrica di Gragnano formato Colonne Pompei, 20 pomodorini datterini, tanto basilico, 2 scatolette di tonno all’olio d’oliva Mareblu, tanto basilico, ricotta salata, olio extra vergine di oliva Dante.
Per prima cosa ho preparato i pomodori confit: ho tagliato a meta i pomodori e li ho disposti sulla leccarda del forno cospargendoli di zucchero, sale, pepe, origano e olio. Li ho fatti cuocere a lungo a 100° fino a che non si sono appassiti (i miei non li ho fatti appassire tantissimo, perché avevamo tanta fame!!)
Ho cotto la pasta e l’ho condita con i pomodorini, il tonno, una bella grattugiata  di ricotta salata, tanto basilico e un bel filo di olio extra vergine. Nel mio piatto tanto per cambiare ho aggiunto del peperoncino.

Deliziosa, corposa e saporita. Il gusto dolciastro dei confit si è mescolato bene a quello deciso della ricotta salata e il tonno è stato un vero tocco in più!!!
Approfitto di questo post per raccontarvi della mia intervista  per la rubrica Galletti e Faraone del blog di Riso Gallo!! E’ stato molto emozionante essere intervistati al telefono e parlare di se stessi, delle proprie aspirazioni ed esperienze. Ancora più emozionante vederla pubblicata!!!
La condivido volentieri con tutti voi:

32 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.