Taste of Roma: tutti i miei sensi sono in subbuglio!

Ci sono dei luoghi a Roma (a parte monumenti, siti archeologici, musei ecc..) che meritano  più di una visita. Prima di tutto per come sono stati concepiti e realizzati e poi  per la varietà di manifestazioni che ospitano. Tra tutti e tra i tanti, merita più di una visita  l’Auditorium Parco della Musica. Dal 2002 una più che valida realtà culturale con una vastissima offerta musicale, letteraria, teatrale, artistica. Come l’ha definita il suo architetto Renzo Piano “una vera fabbrica di cultura”. In attesa del cinemafest di Roma che vi sarà ospitato a novembre non è da meno la manifestazione che tra pochi giorni inizierà proprio nei giardini pensili dell’Auditorium: 

il Taste, grandissima kermesse eno-gastronomica con uno slogan che è tutto un programma: “Vieni ad assaggiare i grandi chef” che, dopo essere stata ospitata nelle grandi capitali mondiali, approda anche quest’anno a Roma dando la possibilità di  interagire con i protagonisti del mondo gastronomico, provare nuovi vini e abbinamenti grazie ai Wine Bar gestiti dalla famosa Trimani, Vinai in Roma, che propongono anche un fitto programma di degustazioni nella Wine Academy.
Saranno presenti  10  fra i migliori ristoranti della città e 4 ospiti rappresentati da 14 fra i migliori chef, e tutti proporranno una esperienza gourmet assolutamente unica.
Leggere i menu a cui i grandi stanno lavorando  lascia veramente senza fiato! Pensare di poter assaggiare i piatti di chef stellati mi elettrizza e mi gasa! Le mie papille gustative si stanno preparando già da parecchio e direi che ormai sono pronte! 
Che piatti in programma! Vi invito a dare un’occhiata ai menù proposti: un insieme di creatività, innovazione e gusto per presentare anche alcuni classici della tradizione culinaria italiana.
Penso che all’ingresso del Taste cambierò più di qualche euro in sesterzi (la moneta ufficiale della manifestazione), voglio essere pronta all’assaggio, sesterzi alla mano, per poter dire io c’ero e per poter gustare il meglio da questi inarrivabili chef.
Certo alcuni usano  ingredienti che io per scelta e per gusto non avvicinerei  al mio palato ma il mio menù ideale l’ho già individuato,  il guaio è che è composto da almeno una quindicina di portate: neanche un matrimonio eh??
Assaggerei sicuramente: il risotto in “pacchetto”, zafferano, caprino e chinotto dello chef Roy Caceres, le”polpette di “allesso”maionese al rosolio e salsa di peperoni” di Arcangelo Dandini, lo spiedino di gamberi con spuma di mortadella di Andrea Fusco, i ravioli di amatriciana e guanciale croccante di Cristina Bowerman. 
Mi fermo? noooo!! devo assolutamente incontrare  Stefano Marzetti ed il suo baccalà, o  Angelo Troiani per assaggiare i  fiori  di zucca dorati con mozzarella di bufala e alici di Cetara, il sorbetto agrodolce piccante di peperone, i paccheri con ragù bianco di pannocchie, pecorino romano Gran Riserva, croccante di ‘quasi pesto pantesco’ e Habanero Chocolate, il  cremoso al pralinato con mousse alla fava di tonka e composta di mele verdi e zenzero proposto dallo chef Heinz Beck…oh mamma!! 
E il gelato alla birra? La mousse alla malvasia puntinata, fichi e croccante alle mandorle…no…io mi sentirò male…devo necessariamente scegliere tra questi piatti non posso certo sbafarmeli tutti! E allora iniziando dal dolce so che non posso già più fare a meno della mousse alla malvasia, delle polpette di allesso e dei paccheri al ragù bianco! Questi non me li farò assolutamente mancare!! Poi chiederò ai miei accompagnatori di fare altre scelte…e così…continuerò a gozzovigliare beatamente! 
Comunque vorrei tanto provare a cucinarne qualcuno di questi splendidi piatti, non sarebbe male sentirsi proprio come uno chef stellato, almeno per una volta! E l’occasione per imparare c’è: al Taste è possibile partecipare a dei corsi di cucina tenuti proprio dai grandi della manifestazione! Ghiotta occasione!!!
Il week end più gustoso che c’è si avvicina sempre di più: dal 26 al 29 settembre i nostri palati ed i nostri occhi potranno godere alla vista e all’assaggio di quanto di più creativo e succulento offre il panorama gastronomico romano! Io ci vado!!
Come si arriva al Taste of Roma:
More from Marina Riccitelli

Cacciatori di pane

Il team tutto italiano di Gastronomia Mediterranea ha proposto, ormai già da tempo, il...
Read More

9 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.