pan dolce e pan di zucca

Un altro corso di panificazione e un altra pallina di lievito madre. Il lievitino era da un po’ che mancava nel ripiano del mio frigorifero e se ne sentiva molto la mancanza. Questo è sardo e tricentenario e molto, molto vivace e attivo! Spero di mantenerlo a lungo. La maestra panificatrice ci ha portato dei pani fatti da lei buonissimi! Ma uno in particolare mi è sembrato delizioso, con un sapore festoso, quasi natalizio. E allora l’ho rifatto subito e vi consiglio vivamente di provarlo, lievito madre o no, perché mangiarlo è veramente una goduria. Essendo dolce e ricco può senz’altro essere usato per la colazione o la merenda e, per quanto mi riguarda, senza aggiunta di marmellate, burro o altro proprio per non coprirne il sapore. Ho usato tutti gli ingredienti suggeriti ad eccezione di uno: il mosto d’uva che non ho trovato. Avendo poi in casa una bella zucchetta ho preparato anche dei panini alla zucca morbidi e in versione salata.
Gli ingredienti con il lievito madre  per preparare la biga: 50 g. di lievito madre, 200 g. di farina (io biologica tipo 0) 150 g. di acqua a temperatura ambiente. Ho mescolato e lasciato lievitare coperto per tutta la notte.
Riprendo la mia biga ben lievitata la divido in due parti.
Ingredienti del pandolce: 350 g. di farina, 250 g. di acqua, noci, pistacchi, scorza di due mandarini, semi di anice, cannella, zenzero in polvere, 2 cucchiai di miele, 4 cucchiai di zucchero di canna, cacao amaro, un cucchiaino di sale e se l’avete mosto d’uva.
In una ciotola aggiungo alla biga 350 g. di farina e acqua circa 250 g. per ottenere un bell’impasto elastico. Impasto per bene piegandolo più volte su se sé stesso per far incorporare aria e poi aggiungo tutti gli ingredienti (la frutta secca l’ho tritata). Continuo ad impastare fino a che tutti gli ingredienti non sono ben amalgamati poi preparo un filoncino che metto al lievitare per circa 1 ora e mezza  su una teglia coperta di carta forno Ottimo.
Cottura per i primi dieci minuti a 250° poi abbasso la temperatura a 200° e lascio cuocere per circa 40 minuti. Dal momento che il mio è un forno ventilato per creare l’umidità necessaria all’interno ho spruzzato le pareti, il pane e la base del forno con acqua. Si può anche aggiungere una ciotola di acqua sul fondo del forno.
Ingredienti pane alla zucca: la restante biga lievitata, 300 g. di farina, 200. g. di acqua di zucca, 2 cucchiaini di sale, zucca.
Ho affettato la zucca e l’ho bollita in acqua salata. Poi ho inserito il mixer nella pentola ed ho creato una zuppa molto liquida (250/300 g. circa).
Ho aggiunto alla biga la farina e l’acqua di zucca ho impastato ancora fino ad ottenere un impasto elastico ma non appiccicoso. Ho aggiunto il sale. L’ho diviso in tante palline e ad ognuna ho dato le pieghe necessarie poi ho formato i panetti che ho messo a lievitare. In forno a 250° per i primi 10 minuti poi 200° per circa 30 minuti.
Provateli!!!! Almeno quello dolce, vi garantisco la riuscita e la bontà!!!
More from Marina Riccitelli
Il ripieno emiliano, “al Pin”
In Italia si mangia bene, questo lo sanno tutti, gli stranieri quando...
Read More
Join the Conversation

39 Comments

  1. Non so dirti quale dei due possa piacermi di più!! Certo è che sono irresistibili tutti e due, Marina!! Pistacchi, noci e buccia dei mandarini???? Meraviglioso….. Credo vinca lui ^_^ Un abbraccio cara e buona weekend

  2. says: Ely

    Che spettacolo Mari.. anche se sono lontana da un po' non potevo evitare di farti i miei complimenti! A presto, spero.. intanto un abbraccio di bene. <3

  3. says: Angela S.

    Buondì 🙂 Grazie per essere passata da me, il piacere di conoscerti è tutto mio 🙂
    Dalle mie parti (zona Vesuviana – NA) ad ottobre si fanno dei "pan dolci" che per ingredienti sono simili a questo da te riportato, ma sono maggiormente a base di mosto. Tanto mosto, e poi le spezie e le noci come da te indicate, e farina, ma proprio per la grossa presenza del mosto, la lievitazione è ridottissima, e la consistenza finale è diversa dal pane. Proverò a fare questo che tu riporti qui, perchè mi ispira molto come ricetta e poi si può fare tutto l'inverno! 🙂
    Buona domenica

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.