rosso risotto ai porcini

Dopo che ho trovato i vermi nei funghi porcini comprati al mercato ho sempre un po’ di remore a comprarne altri. Eppure mi piacciono tanto e a nulla sono valse le osservazioni del fruttivendolo al quale con un’aria un po’ di rimprovero ho annunciato la presenza degli animaletti indesiderati. ” A signò e se vede che i funghi erano boni sennò i vermi erano morti!” La mia espressione non deve essere stata tanto felice perché poi si è affrettato a consigliarmi di chiuderli in un sacchetto di plastica per alimenti perché l’assenza dell’aria li avrebbe stanati ed io avrei potuto prendere i funghi e lasciare i vermi! Non mi ha tanto convinto così stavolta ho comprato un bel pacco di quelli secchi e dopo averli controllati ad uno o ad uno (non si sa mai) ho preparato il mio risotto.

Gli ingredienti per tre persone: 280 g. di riso carnaroli, 50 g. di funghi porcini secchi, polpa di pomodoro, 2 spicchi di aglio, mezzo bicchiere di vino bianco, sale, olio extra vergine di oliva Dante, parmigiano grattugiato.
Ho soffritto l’aglio nell’olio, ho aggiunto i funghi prima rinvenuti nell’acqua che ho messo da parte, li ho fatti insaporire un po’, poi ho unito il vino e l’ho fatto evaporare. A questo punto ho aggiunto l’acqua dei funghi filtrata. Ho fatto prendere sapore poi ho unito la polpa di pomodoro e ho lasciato cuocere. Ho aggiunto il riso e ho portato a cottura aggiungendo man mano dell’acqua bollente. A cottura ultimata e a fuoco spento ho aggiunto il parmigiano grattugiato.

Saporitissimo!!!

Questa ricetta partecipa al contest di Beatrice

0

More from Marina Riccitelli
Spaghetti con pesto di aglio nero e pomodori confit
, Spaghetti con pesto di aglio nero e pomodori confit Due soli...
Read More
Join the Conversation

25 Comments

  1. Buonasera Marina, io pensa di non essere una persona schizzinosama….non li avrei mai e poi mai mangiati i funghi una volta morti i vermi.
    Sono sicura che con i funghi secchi sono venuti buoni lo stesso ed infatti mi copio la ricetta così la preparo anche io.
    Buona serata
    Patrizia di Cucina con Dede

  2. ahahah….il tuo fruttivendolo è davvero un gran furbetto ma un fondo di verità c'è. Cmq anche con i funghi secchi questo risotto è strepitoso..e senza proteine (intendo i verdetti :-P)!!!!
    la zia consu

  3. Davvero appetitoso!! A volte capita di trovarli e a me è capitato in quelli raccolti nel bosco…li ho tolti uno per uno, spero, in ogni caso ormai è andata, ci ho messo una vita!!
    Un abbraccio!

  4. Mery…io che sono una vera grande amante del risotto, quando ne vedo uno così ben mantecato e strutturato vado in estasi papillogustativo!!!!!!!!
    Ammetto però di non aver mai gustato questa versione dei porcini con quel tocco di rosso. Splendido accostamento, sono curiosa!
    intanto ti mando un bacione

  5. says: Rosy

    Cara Mery, voglio assolutamente provare la tua versione in rosso di risotto ai funghi porcini, mi attira tantissimo, ha un aspetto meravigliosamente invitante, cremoso ed è sicuramente buonissimo!!!
    Grazie mille per la bellissima ricetta!!!
    un bacione!!!
    Rosy

  6. says: ELENA

    quelli secchi per fortuna non hanno vermi io infatti quando mio marito li raccoglie con i vermi li secco proprio. buonissimo questo risotto complimenti. Buona giornata

  7. Non hai tutti i torti Marina…i vermi non fanno proprio parte della nostra alimentazione! Hai fatto benissimo a preparare questo ottimo ed appagante risotto con i funghi secchi. Il risultato poi…si vede dalla foto. Buono e brava!

  8. says: cadè

    Ottimo il risotto con i funghi secchi, anzi ti dirò che io li preferisco ai freschi. Noi li raccogliamo e li secchiamo…con grande attenzione, non ci piacciono gli ospiti indesiderati!

  9. Sai che non ho mai pensato di farci il riso con il pomodoro e i funghi? Praticamente ci faccio la pasta ma il risotto … lo proverò, grazie dell'idea. Certo che anche a me non sarebbe piaciuto tanto trovarci dentro i vermi!!!

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.