pane ai pomodori secchi

E’ da un po’ che vedo postare il pane ai pomodori secchi e così ho deciso di cimentarmi anch’io utilizzando il mio bel lievito madre che, da un po’, mi occhieggiava dal frigorifero!! E così ieri sera ho preparato la mia bella biga e stamattina, di buon’ora proprio come i fornai, ho cominciato ad impastare e poi a cuocere! L’unico cruccio è che volevo fare un bel pane a treccia, ma non c’è verso…a me le trecce lievitano a dismisura e diventano pani informi. Ma perché???
Per la biga: 50 gr. di lievito madre, 200 gr. di farina integrale Molino Chiavazza,  125 ml di acqua. Ho impastato e fatto riposare tutta la notte.
La mattina dopo (cioè oggi): Ho preso la biga e l’ho impastata con 400 gr. di farina Manitoba, 300 ml. di acqua (di cui 100 ml gasata). Quando l’impasto non era più appiccicoso ho aggiunto 1 cucchiaino e mezzo di sale e ho continuato ad impastare, poi ho tolto circa 50 gr. di pasta che ho rimesso in frigorifero per la prossima volta (eccolo il mio lievito madre). Nel frattempo ho tagliuzzato una decina di pomodori secchi e suddividendo gli impasti li ho incorporai per bene. Ho preparato tre ciabattine ed una treccia: l’ho disposte sulla leccarda del forno ricoperta di carta forno Ottimo e ho lasciato lievitare per circa 2 ore. Poi ho infornato a 180° per 35 minuti e gli ultimi 10 minuti ho alzato la temperatura a 210° per far formare la crosticina in superficie.
E’ venuto buono, morbido e croccante al tempo stesso. Stavolta ho voluto usare una miscela di farine e un po’ di acqua gasata come avevo letto, non mi ricordo più dove. E’ lievitato tantissimo.

24 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.