finalmente cappelletti!!!

cappelletti-in-brodo
Eh si, finalmente! ormai la tradizione familiare è questa: il 25 dicembre e il 1 gennaio cappelletti in brodo. E’ un momento attesissimo anche se, dallo scorso anno, non è lo stesso senza la mano sapiente di mamma, ma è stato uno dei momenti più felici dell’anno fin da quando eravamo piccoli ma lo è ancora anche se non nello stesso modo.
Aspettavamo con trepidazione di sentire quel sapore delicato che poi, a feste finite, diventava talmente intenso da rimanere scolpito nella memoria e nel palato resistendo tanto da farci vivere con questo appetitoso ricordo fino alla fine di settembre, quando un conto alla rovescia interiore scattava riaccendendo il desiderio di assaporare i cappelletti di mamma. Uff, ma quanto manca a Natale?
Le dosi sono per otto persone ma ne avanzano sempre un po’ pronti per essere congelati.
Print Recipe
cappelletti
un meraviglioso piatto della tradizione natalizia della mia famiglia, che si tramanda da molte generazioni
Porzioni
8
Ingredienti
per l'impasto
  • 450 g farina
  • 5 uova
  • 1 cucchiaino piccolo sale
ripieno
  • 200 g carne di maiale
  • 1 petto di pollo piccolo
  • 200 g carne di vitello
  • 2 salsicce
  • 1 cucchiaino noce moscata grattugiata
  • abbondante parmigiano grattugiato
  • 3 cucchiai olio extra vergine d'oliva
Porzioni
8
Ingredienti
per l'impasto
  • 450 g farina
  • 5 uova
  • 1 cucchiaino piccolo sale
ripieno
  • 200 g carne di maiale
  • 1 petto di pollo piccolo
  • 200 g carne di vitello
  • 2 salsicce
  • 1 cucchiaino noce moscata grattugiata
  • abbondante parmigiano grattugiato
  • 3 cucchiai olio extra vergine d'oliva
Istruzioni
impasto
  1. Disporre la farina a fontana e al centro versare le uova ed il sale. Impastare all'inizio con una forchetta poi a mano fino ad ottenere un impasto omogeneo ed elastico. Poi con la nonna papera fare delle sfoglie sottili avendo cura che l'impasto sia sempre umido. Disporre la striscia sul piano da lavoro, dividerla in tre parti per la lunghezza poi in quadrati. Su ogni quadrato disporre del ripieno poi chiudere il cappelletto a meta rigirandolo su sè stesso per sigillarlo bene.
ripieno
  1. Tagliare a pezzi tutta la carne e farla rosolare in olio extra vergine di oliva e sale. Una volta cotta passarla al mixer. Alla carne aggiungere poi tanto parmigiano e un buon pizzico di noce moscata. Aggiustare di sale se necessario.
Naturalmente come si vede dalle foto sono tutti un po’ irregolari, ma questo ci piace di più!!!
cappelletti-in-brodo-3

Nella mia famiglia vengono serviti in  brodo di carne di vitello.

cappelletti-in-brodo1

Buon appetito!!

More from Marina Riccitelli
Crostata vegana alle fragole
Non mangiavo una crostata non so da quanto tempo. Pur essendo uno...
Read More
Join the Conversation

21 Comments

  1. says: Ely

    Sono bellissimi stellina! Tanto lavoro ma che soddisfazione!! 😀 Complimenti sinceri e tanti auguroni di buon 2013, con il cuore! Quanta allegria fanno quei macarons nell'header.. <3 😀 Tvb!

  2. says: m4ry

    Ho una voglia matta di provarli..fin ora ho preparato sempre e solo ravioli..hanno un aspetto delizioso ! Ti abbraccio ! Buona giornata 🙂

  3. mamma mia cosa vedo…….bravissima !!!! il ripieno l'hai fatto con petto di pollo, mia zia mette sempre il crudo ma così credo che debbano essere belli saporiti….Sono finiti ????ah…ah…ciao e buon 2013..

  4. says: Valentina

    Ciao Meri! 🙂 Che buoni, anche noi abbiamo la tradizione di mangiarli il 25 e il 1° gennaio a pranzo, però quest'anno li ho mangiati solo il 25 a casa di mia zia, a Capodanno no! E vabbè, mi delizio con i tuoi adesso! 😀 Sei stata bravissima, complimentoni e un forte abbraccio! Auguri di buon anno, che sia magnifico… felice e sereno 🙂

  5. says: TataNora

    Lo sai che di pasta fresca ne ho sempre fatta tanta ma… i cappelletti mai?! Ho sempre avuto l'ansia della chiusura. Li vedevo fare a mia nonna ma non mi ci sono mai cimentata.
    Quasi quasi …. me ne fai venir la voglia. 🙂
    Buon Anno.
    Nora

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.