la mia ricetta più cliccata per la raccolta di Milla

Con molto piacere accolgo l’invito di Milla a partecipare alla Eat Parade e cioè una raccolta pdf delle ricette più cliccate dei nostri blog. Avere dei pdf culinari è una idea che mi piace molto, la trovo molto utile, sono raccolte a volte tematiche veloci da consultare. La  ricetta più consultata del mio blog è quella dei mostaccioli (anche con mia grande sorpresa) e perciò la ripropongo con questo nuovo post. 

Tra i vari dolci tipici romani anzi laziali ci sono questi biscotti chiamati mostaccioli. Il nome antico deriva probabilmente dal mosto che però non è presente nella ricetta. E’ un dolce che facilmente si trovava sulle bancarelle in particolar modo quelle di Piazza Navona, durante il periodo della Befana. Sono buoni, speziati e …ci vogliono buoni denti a causa della presenza del miele. Sono molto buoni se gustati inzuppati in un bicchiere di buon vinello.

Gli ingredienti: 60 g. di farina, 30 g. di noci  tritate, 3 cucchiai di miele, 2 albumi, pepe, cannella.
Ho messo tutti gli ingredienti in un terrina e ho mescolato a lungo per farli  amalgamare bene. 
Se l’impasto fosse troppo morbido aggiungere altro miele.  
  

 Poi ho preparato un foglio di carta forno Ottimo e ho steso l’impasto in un rettangolo.

 Ho fatto riposare un po’ e poi ho tagliato dei rettangoli che ho messo in forno  a 140° per circa 15 minuti. 
Per poterli gustare al meglio vanno fatti raffreddare per bene.

Sono veramente velocissimi da fare ed hanno una breve cottura.
More from Marina Riccitelli
spaghetti piccantissimi
La mia amica adottata calabrese mi ha rifornito di peperoncino piccante coltivato...
Read More
Join the Conversation

31 Comments

  1. says: elly

    Meri hai postato qualcosa che ho veramente nel cuore!!! Ricordo che i veri mostaccioli di una volta erano veramente duri, ma così gustosi… ci passavi un quarto d'ora con uno di quelli. Ultimamente sono rimasta delusa perché li trovo morbidi e finiscono subito… I tuoi voglio proprio provarliiiiii!!! Fossero proprio quelli che io vado a cercare???

  2. says: Lu.C.I.A.

    Ottimi!!!
    Poi i biscotti sono sempre un Must!
    Anche giù da noi si fanno i mustaccioli… ma sono diversi da questi… l'unico ingrediente in comune è il miele! AHAHAH… vedi, ogni regione ha i suoi!

  3. says: Claudia

    Se non ho consumato gli albumi che avevo in frigo, quasi quasi li provo.
    Anche da noi si vendono moltissimo nel periodo di Natale ma anche durante l'anno perchè piacciono a tutti.

    Buona giornata

  4. says: Valentina

    Ciao Meri 🙂 Anche a Napoli ci sono i Mostaccioli, così si ma sono ricoperti di cioccolato e si mangiano a Natale 🙂 Tu sei stata bravissima, complimenti! Un bacio grande e buona giornata!

  5. says: Azzurra

    Sono belli e sicuramente buonissimi,li immagino inzuppati, che bontà.
    In Sardegna esistono dei dolci romboidali chiamati "mustaccioli", che non ho mai fatto perchè la loro preparazione è piuttosto lunga, ma sono morbidi, quindi è un'altra cosa.
    Mi ha incuriosito l'argomento MIELE nel senso che di solito io lo uso per ammorbidire un impasto e non il contrario.Ti sarei grata se mi togliessi questo dubbio Ciao a presto

  6. says: giovanna

    Quelli delle bancarelle non mi piacciono molto, penso però che quelli fatti in casa, i tuoi in particolare, siano di gran lunga, più buoni. Sei stata veramente brava.Ciao.

  7. says: ele

    ogni regione ha i suoi "mostaccioli" conosco la ricetta di quelli campani e di quelli pugliesi, ora mi è venuta la curiosità di assaggiare anche questi! prendo la ricettina.

  8. says: Mirty

    Bau! Che bello il tuo blog, ti seguo volentieri!
    E che buoni devono essere questi biscotti, non li conoscevamo! E'anche interessante la loro storia 🙂
    tante leccatine da mirty

  9. says: elly

    Meri cara, probabilmente quelli della mia gioventù che erano duri da staccare i denti… erano fatti con tutti i rimasugli di biscotti e fondi di pastecceria. Una schifezza se vuoi, ma a Roma e dintorni andavano alla grande. E pigia pigia… diventavano duri!!! Ma la tua ricetta mi sembra perfetta in ogni caso. E' il sapore quello che conta!!

  10. che casino!!!! le pagine si aprono e chiudono a loro piacimento, e partito il commento senza la mia autorizzazione. Cmq, volevo dirti che se mi assicuri che non vado dal dentista per una ricostruzione, magari li provo :)) Ciao!!!

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.