la mia seconda couronne lyonnaise

Seconda perché la prima era un abbozzo..nel senso che era piena di bozzi…buona, buonissima, l’ho pure fotografata ed era talmente buona che ho pensato di rifarla con molta più cura di prima. La ricetta è quella di Candida, precisa, copiata pari pari perché non volevo rischiare di non riuscire a riprodurla degnamente. Io lo adoro il pane francese, è così buono e croccante. E poi è stato divertente e meno faticoso anzi  ringrazio ancora babbo natale per il kitchenaid, perché ora so che panificherò  almeno una volta a settimana senza più fatica, con piena soddisfazione anche del mio lievito madre che non rischierà più di inacidirsi in frigo.
Gli ingredienti per la biga: 50 g. di lievito madre, 125 g. di acqua, 200 g. di farina tipo 0
Dopo il rinfresco far lievitare fino al raddoppio.
Gli ingredienti per una couronne: il lievito madre circa 250 g., 300 g. di farina di grano duro, 150 g. di acqua, 50 g. di olio extra vergine di oliva Dante, 1 cucchiaino e mezzo di sale.
Nella planetaria ho messo il lievito con l’acqua. Ho mescolato a velocità media poi ho aggiunto olio e farina. Ho lasciato impastare fino a che ogni ingrediente non fosse ben amalgamato. A quel punto ho aggiunto il sale sciolto in un cucchiaio di acqua e ho lasciato continuare l’impasto fino allo sviluppo del glutine. Questo l’ho imparato da Vittorio e cioè si prende un pezzetto di pasta e si stende con le dita: deve comportarsi come un chewingum, cioè allargarsi sottilmente senza rompersi. Se succede allora il glutine è sviluppato altrimenti si continua ad impastare.
Ho trasferito la palla di impasto sul tavolo infarinato, ho dato la forma più o meno di un filone e poi l’ho diviso in sei pezzi.
Ogni pezzo va lavorato allungandolo e allargandolo con i pollici poi arrotolato su se stesso, un’operazione da fare almeno 2 volte dopo di che  formare una pallina. Procedere così con ogni pezzo di impasto.
A questo punto ogni pallina va stesa per metà in questo modo.
Il lembo  steso va unto con un po’ di olio e poi ripiegato sulla pallina. Quando tutte e sei saranno pronte allora prendere uno stampo da ciambellone, ricoprirlo con un panno pulito, cospargere di farina il fondo e poi appoggiare ogni pezzo di impasto nello stampo. Ho spruzzato con un po’ d’acqua  e ho messo a lievitare per circa 4 ore.
Dopo di che ho rovesciato velocemente lo stampo su una teglia ricoperta di carta forno ho tolto un po’ di farina caduta sul fondo per evitare l’odore di bruciato, ho spruzzato le pareti del forno con acqua per dare la giusta umidità e  ho cotto a 250° per 15 minuti poi altri 20 minuti a 210°.
Eccola la mia couronne, sono molto soddisfatta!! Saluto Candida e tutti voi!

buona con le olive piccanti!!!!
More from Marina Riccitelli
semifreddi al pistacchio e amarena molto improvvisati
Ma quante volte capita di domenica di avere quella improvvisa voglia di...
Read More
Join the Conversation

26 Comments

  1. says: Valentina

    Ciao Meri 🙂 Questa corona è stupenda, Candida è una garanzia e tu non sei da meno, bravissima! Che bella la kitchenaid, sono felice per te, vedrai che non potrai più farne a meno… la planetaria è un accessorio che davvero non può mancare in cucina! 😉 Un abbraccio forte e complimenti, buona Epifania 🙂 :**

  2. Davvero meravigliosa e sicuramente deliziosa 😀 Anch'io sono testarda come te e se le cose non mi vengono come dico io mi ostino a riproporle all'infinito fino a raggiungere la perfezione..e tu ce l'hai fatta alla grande ^_^
    Bravissima e buon domenica <3
    la zia consu

  3. says: Mammazan

    Spettacolare…non posso aggiungere altro agli altri commenti..
    Ti copio la ricetta..proverò a rifarla con il mixer che ho acquistato da poco e che mi farà dannare…lo so già!!!
    Buon 2014!!!

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.