Polenta alla gricia

polenta alla gricia
polenta alla gricia

Buon 2021 a tutti! Mai come quest’anno gli auguri di buon anno sono auguri di speranza e di rinascita, l’anno del vaccino, l’anno in cui tutti noi riponiamo fiducia, a cui guardiamo con speranza e anche pazienza, perché sappiamo che la rinascita non sarà dietro l’angolo ma sicuramente è vicina, e il futuro non è più così buio.

Siamo al 2 gennaio e come di consueto eccoci all’appuntamento con L’Italia nel piatto che questo mese ci vedrà impegnati a preparare ricette con un tema perfetto per il clima rigido di questo periodo: “polenta e farina di mais nella cucina tradizionale”.

Io ho preparato la polenta alla gricia, certo penserete che dopo tutto quello che abbiamo mangiato durante le feste forse è un piatto un po’ pesantino… ma voi tenetelo da parte, appuntatevelo perché vale la pena di assaggiarlo e non appena avrete smaltito qualche etto di troppo, preparatelo, perché vi assicuro che vi leccherete i baffi!

La gricia è un condimento tipico laziale, diffusissimo a Roma e cercando notizie scopro che la sua origine arriva dall’Alta Sabina e più precisamente da Grisciano, una frazione di Accumoli, in provincia di Rieti non distante da Amatrice. Il nome potrebbe infatti derivare da “Gricio”, come venivano chiamati i panettieri nella Roma del ‘400 spesso provenienti dalla Germania, mentre il griscium ero lo spolverino grigio che indossavano gli stessi Grici per non sporcarsi di farina. La gricia  è considerata l’antenata dell’amatriciana, che altro non è che una gricia con il pomodoro, probabilmente introdotto successivamente.

E proprio ad Amatrice, anzi per la precisione nella frazione di Cornillo Nuovo si svolge ad agosto la sagra della polenta alla gricia, buonissima, super saporita e soprattutto diversa dal solito, qui sotto la mia versione.

polenta-alla-gricia
Print Recipe
Polenta alla gricia
un'ottima versione della polenta
Porzioni
2 porzioni
Ingredienti
  • 150 g di farina di mais per polenta istantanea
  • 600 ml di acqua
  • 100 g di guanciale amatriciano
  • 50 g di pecorino romano grattugiato
  • una generosa macinata di pepe
Porzioni
2 porzioni
Ingredienti
  • 150 g di farina di mais per polenta istantanea
  • 600 ml di acqua
  • 100 g di guanciale amatriciano
  • 50 g di pecorino romano grattugiato
  • una generosa macinata di pepe
Istruzioni
  1. Cuocete la polenta secondo le istruzioni della confezione: al bollore dell'acqua già salata versate a pioggia la farina di mais mescolando continuamente fino a raggiungere la consistenza della polenta. Versate nei piatti o su un grande tagliere e con la lama di un coltello incidere leggermente la superficie per favorire l'assorbimento del condimento.
  2. Tagliate il guanciale a listerelle poi versatelo in una padella già calda, Lasciate che si sciolga e prenda colore, diventando leggermente croccante. Versatelo sulla polenta e distribuitelo lungo tutta la superficie. Macinateci su del pepe poi versate a pioggia il pecorino grattugiato e servite.
polenta alla gricia
l'Italia nel piatto

Ecco le ricette delle altre regioni italiane:

Valle d’Aosta: Polenta gratinata al forno

Piemonte: Polenta con Sugo di pomodoro e Uova

Liguria: polenta e cavoli

Lombardia: Polenta Taragna

Trentino-Alto Adige: Pane alla polenta di Storo

Veneto: La Putana, dolce di polenta vicentino

Emilia-Romagna: Polenta con i ciccioli

Toscana: Gnocchi di polenta toscani o matuffi, ‘batufoli’, pallette e altro ancora

Marche: cresc-tajat o crescetagliate, la pasta di polenta delle marche

Umbria: Polenta al sugo con salsiccia

Abruzzo: Sgaiozzi abruzzesi, squisite frittelle dolci

Molise: Pizza e minestra

Campania: Gli scagliozzi di polenta

Puglia: Polenta alla barese

Basilicata: Il migliaccio dolce lucano: U m gliazz

Calabria: ‘A pizzata, il pane di mais calabrese

Sicilia: Gli Scaghiozzi alla Messinese

Sardegna: Polenta alla sarda

Facebook: L’Italia nel piatto

Instagram: L’Italia nel piatto

More from Marina Riccitelli
nachos di ceci con guacamole
Difficile mangiare se si è intolleranti? no, per niente! Pensando ad una...
Read More

12 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.