Spaghetti ubriachi

spaghetti ubriachi
spaghetti ubriachi

Spaghetti ubriachi

Giugno finalmente, forse sta arrivando l’estate! L’Italia nel piatto in questo mese si occupa di ingredienti poco coltivati e varietà autoctone.

Per il Lazio ho preparato gli spaghetti ubriachi, una ricetta molto particolare dal momento che si prepara cuocendo gli spaghetti in un buon vino rosso.

Nel Lazio non manca certo la cultura del vino, un esempio? I Castelli Romani, famosi in tutto il mondo anche per le loro cantine: il quotidiano britannico “The Guardian“, infatti, ha dedicato un lusinghiero articolo alla zona dei Castelli ma soprattutto a questo piatto, associando il colore rosso degli spaghetti al colore delle calze dei vescovi.

Ma non fermiamoci ai Castelli Romani, perchè la vitivinicoltura nel Lazio ha una storia millenaria ed una intensa produzione, tanto da vantare non solo vini a Denominazioni di Origine Controllata e Garantita (DOCG) e Denominazioni di Origine Controllata (DOC), ma anche vitigni autoctoni.

Tra questi ultimi, il più significativo del Lazio è il pregiato vitigno a bacca rossa prodotto dall’uva autoctona cesanese, come la DOCG Cesanese del Piglio, in provincia di Frosinone, la DOC Cesanese di Affile, la Cesanese di Olevano Romano e Genazzano.

Si tratta di una vite molto antica: a Roma, già nel 1700, si era soliti leggere ordinanze municipali a tutela di un vitigno, tanto da punire “con pene severissime” chiunque avesse osato arrecare danni alle vigne. Quel vitigno era proprio il Cesanese, divenuto famoso tra la popolazione romana per essere considerato al pari di un medicinale, capace di “resuscitare dalla morte gli uomini“.

(fonti: Florwine, The Guardian)

Cesanese IGT del Lazio

Per la mia ricetta ho utilizzato il Cesanese IGT del Lazio “dal colore rosso intenso con riflessi granati, profumo profondo di confettura di bacche nere con note speziate, pieno e morbido in bocca con note di prugna“. Dal punto di vista gastronomico si abbina perfettamente ai primi piatti della tradizione romana a base di sugo, come cannelloni o amatriciana, ma anche ad altri dal sapore più deciso a base di pecorino romano.

Gli spaghetti ubriachi sono molto facili da preparare e molto presenti negli archivi della rete web, ma il più delle delle volte vengono cucinati abbinandoli alle cipolle.

Al profumo di cacio e pepe

La mia versione invece è un po’ più laziale, quasi romanesca e secondo me ha reso alla grande. Ed è è SENZA GLUTINE, provatela!

spaghetti ubriachi
Stampa ricetta
5 from 2 votes

Spaghetti ubriachi

rossi e squisiti
Portata: Primi piatti
Cucina: Italiana
Keyword: vino
Porzioni: 3

Ingredienti

  • 210 g spaghetti io senza glutine
  • 2 calici di vino rosso
  • 2 cucchiai di olio extra vergine
  • 2 spicchi d'aglio
  • 1 pizzico di sale
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 3 cucchiai pecorino romano grattugiato
  • 1 rametto di prezzemolo tritato
  • 1 pizzico di pepe nero o se preferite peperoncino

Istruzioni

  • In un pentolino versate il vino rosso ed un cucchiaino di zucchero (servirà a spegnere un pochino l'acidità del vino). Lasciate sobbolire e restringere per 5/6 minuti, per fare leggermente evaporare la parte alcolica.
  • In una ampia padella unite olio e aglio schiacciato (al quale avrete tolto il bulbo interno) e un pizzico di sale, fate appena colorire poi versate piano un cucchiaio di acqua di cottura e lasciate stemperare. Se volete dal momento che l'aglio non si è troppo colorito e si è ammorbidito con l'acqua di cottura, potete metterlo su un tagliere, schiacchiarlo con la lama di un coltello fino a farlo diventare una cremina che poi rimetterete nella padella: darà un sapore più intenso al piatto.
  • Cuocete gli spaghetti in acqua bollente salata per metà del tempo di cottura, poi versateli nella padella, girateli. Aggiungete il vino un po' per volta. Mescolateli e fate finire la cottura, avendo cura di lasciarli al dente. La pasta assorbirà completamente il vino e gli spaghetti prenderanno un bel colore rosso.
  • Spolverateli di pecorino grattugiato, poco prezzemolo tritato, un pizzico di pepe appena macinato e gustateveli!

Note

  • Se volete un sapore meno intenso usate il parmigiano, oppure metà dose dose di parmigiano e metà di pecorino.
  • Se optate per il peperoncino lasciatelo soffriggere insieme all’aglio.
spaghetti ubriachi
l'Italia nel piatto

Ricette d’Italia con ingredienti autoctoni o poco coltivati:

Liguria: fagottini di prosciutto con asparagi viola su crema di patate

Lombardia: Risotto al Barbera dell’Oltrepò Pavese con timo e cialda di Grana Padano

Trentino-Alto Adige: Insalata di asparagi bianchi

Veneto: Dolce di polenta biancoperla

Emilia-Romagna: Confettura di Fragole di Romagna con aceto balsamico di Modena

Toscana: Bringoli di farina di grano Verna al sugo finto

Umbria: Pesche al vino Grechetto di Todi in gelatina 

Marche: Ciambella caffè e anice

Abruzzo: Ciambelline al vino e anice, con farina di Solina

Campania: Pane con la vrenna

Puglia: Capunti di semola Senatore Cappelli con la rucola

Basilicata: Zuppa di cipolle e cicerchie 

Calabria: Pitticelle di cipolle di Tropea

Sicilia: Le interiora grigliate: Taiuni, virina e stigghioli

Sardegna: Tomino con Speck di Desulo glassato al miele di Pompia e con perle di Pompia

Pagina Facebook: www.facebook.com/LItaliaNelPiatto 

Instagram: @italianelpiatto 

More from Marina Riccitelli
Aiuto chef cercasi…perchè no?
Ragazzi chi di noi non ha mai pensato a quanto sarebbe bello...
Read More
Join the Conversation

9 Comments

  1. says: Natalia

    Mai fatti gli spaghetti nel vino rosso, però ho letto la ricetta su diversi libri di cucina. A vedere queste tue foto penso sia arrivato il momento di provarli.

  2. Che dire?! MI ci tufferei in questo piatto strepitoso!
    Il colore è inebriante….il vino rosso è stupendo, nei piatti dona davvero quel qualcosa in più…
    Un grande abbraccio e buona serata cara

  3. says: Elena

    5 stars
    forse noi lo sai ma come lavoro analizzo alimenti, ma soprattutto vino, sono sommelier e ne assaggio da 10 a 30 al giorno, dando consigli su come produrli e come correggerli, purtroppo conosco poco i vini del Lazio, dovrò rimediare! I tuoi spaghetti sono molto interessanti e ti assicuro che li proverò presto… poi ti faccio sapere! Un abbraccio!

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.