piadapizza homemade

Impastare il pane e la pizza è quanto di più gustoso e appagante ci sia. Creare qualcosa di buono da una semplice polverina di lievito ed un po’ di farina rende un po’ onnipotenti, perdonate l’ardire! Certo il mio lievito madre non è sopravvissuto all’estate ed ho usato il più comune lievito di birra, ma il prossimo corso di panificazione è vicino e a fine ottobre avrò di nuovo il mio bambinello da accudire! Ho riprovato a fare le piadine, ma più che piadine vengono pizzette buonissime che se impastate sottili si gonfiano e si gonfiano tanto. E poi sono comode perché cotte in padella!
Gli ingredienti per un bel po’ di pizzette: 300 g. di farina 0, 1 bustina di lievito disidratato, acqua circa 150 g., un pizzico di sale, olio extra vergine di oliva Dante, pomodoro, mozzarella, origano.
In una ciotola ho versato  mezzo bicchiere d’acqua tiepida, ho aggiunto il lievito e con una spatolina ho mescolato fino a completo scioglimento. Poi ho cominciato ad aggiungere la farina e l’acqua fino a creare un impasto corposo ma abbastanza molle. Maggiore è la dose di acqua che riusciamo a mettere maggiore sarà l’ariosità del pane (gli alveoli quando si tratta di pane) in questo caso le bolle di cottura. Una volta impastato per bene ho aggiunto il sale. Ho trasferito tutto in un’altra ciotola più grande unta di olio, ho coperto con un foglio di pellicola Ottimo e ho lasciato lievitare in forno.
Passate le due ore ho ripreso l’impasto ben lievitato, l’ho rigirato un po’ tra le mani spolverate di farina, ho dato qualche piegatura per atteggiarmi a mastro fornaio e poi l’ho diviso in tante palline. Le ho stese sottilissime poi in una padella calda e antiaderente ho cominciato a cuocerle. All’inizio vedrete formarsi tante piccole bollicine poi, se l’impasto è steso bene allora le bolle si allargano e la pizzetta si gonfia! La rigiro una volta lascio cuocere ancora e poi è fatta. Ogni tanto è bene con un foglio di carta pulire la padella dai possibili residui di farina che si bruciano.
Io le ho utilizzate per una bella cenetta a base di pizza, dopo averle condite le ho cotte in forno fino a quando  la mozzarella non si è sciolta,  hanno un sapore fantastico e  assomiglia a quello della pizza cotta nel forno a legna!

Ancora una cosa!!! anche questo mese ci sono le mie ricette sul magazine  Donna-in.com, se vi va date un’occhiata!!!

More from Marina Riccitelli
Quando la pasta chiama: cacio e pepe
Stavolta l’ho fatta…io il pepe proprio non posso mangiarlo o meglio cerco...
Read More
Join the Conversation

27 Comments

  1. Beh, la comodità della cottura è sicuramente un gran punto a favore! Perfette anche per l'estate quindi!! Io vado avanti a zuppe da ora invece, ne ho una che mi bolle accanto! ihihihi magari la pazienza di fare queste pizzetteeee ma non ce l'ho!!

  2. says: Ely Mazzini

    Ciao Meri, l'idea della cottura in padella è geniale, mi piace!!! Queste piadapizza sono invitantissime e si possono preparare con tante farciture…bravissima!!!
    Bacioni, buona serata…

  3. says: Rosy

    Ciao Meri, complimenti per la bellissima idea, mi attira parecchio l'idea della cottura in padella e inoltre queste piade pizza sono bellissime e sicuramente buonissime..talmente invitanti che ne assaggerei una anche ora!!!:))
    un bacione!!!:)
    Rosy

  4. says: Luna B

    Guarda lievito madre o no a me queste pizzette fanno venire una gran gola e credo che quando un cibo attiri così tanto le papille gustative è un vero successo 🙂 Per cui applausi per te ^_^ E quando mi deciderò a fare questo benedetto lievito madre te lo farò sapere!

  5. says: cadè

    Si presentano benissimo, già senza il condimento sembrano focaccine buonissime e croccanti, poi ci si può sbizzarrire….brava!
    Un abbraccio, Candida

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.