Gli stracci di Antrodoco

stracci di Antrodoco
stracci di Antrodoco

Un piatto tipico

Gli stracci di Antrodoco sono delle crespelle ripiene di ragù, parmigiano e mozzarella ricoperte di salsa di pomodoro e formaggio e sono perfette per il tema de L’Italia nel piatto di questo mese che ci mostrerà uno dei piatti più succulenti della cucina italiana, la pasta al forno.

Quando si dice pasta al forno si pensa subito ad un piatto di lasagne ma non necessariamente è così, infatti le regioni italiane vantano tante ricette tipiche di pasta al forno, antiche e molto diverse tra loro e questo mese ne vedremo un bel po’.

Io ho colto l’occasione per documentarmi e poi preparare e assaporare gli “stracci antrodocani”, un piatto di cui ho sempre sentito parlare ma che non avevo mai assaggiato.

Ricetta antica e tradizionale

Si preparano ad Antrodoco, una cittadina in provincia di Rieti e appartenente alla Comunità montana del Velino.

Si tratta di crespelle a base di uova, farina e acqua che vengono chiamate “stracci” per la loro caratteristica forma e soprattutto per la loro consistenza, soffice proprio come uno straccetto.

La ricetta è molto antica, risale, infatti, al 1300 ed è stata tramandata fino ai giorni nostri, con una sola modifica, introdotta nel 1700, che prevede l’aggiunta del pomodoro, prima inesistente.

Per preparare gli stracci occorre molta attenzione e manualità: la tradizione vuole che per l’impasto si utilizzi un uovo, un guscio d’acqua e uno di farina ma, in realtà, come per tutte le ricette popolari tramandate tra le varie generazioni, dosi e procedimento variano di famiglia in famiglia.

Come si preparano

Il contenuto del ripieno composto da parmigiano, carne macinata e mozzarella ne esalta il gusto, rendendo questo prelibato piatto davvero unico nel suo genere.

Per essere certa di non sbagliare, ho guardato su you tube più di un filmato della sagra degli stracci che si tiene ogni mese di agosto ad Antrodoco.

E proprio in questi video ho scoperto quanto amore e passione mettono gli abitanti di Antrodoco nella preparazione di centinaia e centinaia di piatti di stracci, offrendo porzioni generose e molto ghiotte.

Sono riuscita con la loro guida a preparare un buonissimo piatto anche se sono certa che l’originale abbia un sapore di gran lunga migliore.

Vi lascio la ricetta e vi consiglio di provarli perché meritano davvero!

Alla prossima!

stracci di Antrodoco
Print Recipe
Gli stracci di Antrodoco
soffici e succulenti
Porzioni
10 stracci
Ingredienti
per gli stracci
  • 3 uova
  • 4 cucchiai di farina
  • 1 bicchiere di acqua
  • 1 presa di sale
per il ragù
  • 250 g di carne macinata
  • 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
  • 1 pizzico di sale
  • 3 cucchiai di polpa di pomodoro
per la salsa
  • 200 g di polpa di pomodoro
  • 1 piccola carota
  • 1 pezzetto di costa di sedano
  • 1 piccolo spicchio di cipolla
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine
  • 1 pizzico di sale
per il ripieno e per la gratinatura
  • 1 mozzarella (100)
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • qualche fiocchetto di burro
Porzioni
10 stracci
Ingredienti
per gli stracci
  • 3 uova
  • 4 cucchiai di farina
  • 1 bicchiere di acqua
  • 1 presa di sale
per il ragù
  • 250 g di carne macinata
  • 2 cucchiai di olio extra vergine d'oliva
  • 1 pizzico di sale
  • 3 cucchiai di polpa di pomodoro
per la salsa
  • 200 g di polpa di pomodoro
  • 1 piccola carota
  • 1 pezzetto di costa di sedano
  • 1 piccolo spicchio di cipolla
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine
  • 1 pizzico di sale
per il ripieno e per la gratinatura
  • 1 mozzarella (100)
  • 50 g di parmigiano grattugiato
  • qualche fiocchetto di burro
Istruzioni
per gli stracci
  1. Preparare una pastella con acqua, farina, uova e un pizzico di sale mescolando bene per eliminare tutti i grumi. Non dovrà essere troppo liquida quindi regolate la densità aggiungendo l'acqua poco a poco. Lasciatela riposare per circa un'ora. Ungete un padellino di burro, scaldatelo poi versate due cucchiai di pastella, spandetela per tutta la superficie della padella e cuocetela da tutte due i lati. Proseguite fino ad esaurimento.
per il ragù
  1. Scaldate l'olio in una pentola e versateci la carne macinata. Lasciatela cuocere, salate poi aggiungete i 3 cucchiai di salsa di pomodoro e finite la cottura. Sarà un ragù denso.
perla salsa
  1. Preparare un sugo facendo soffriggere carota, sedano e cipolla tritati in un poco d'olio, versate la salsa di pomodoro, salate e cuocere a fiamma bassa per circa 20/30 minuti.
Preparazione degli stracci
  1. Su un piano da lavoro stendete gli stracci, cospargeteli di parmigiano grattuggiato, adagiate sopra due cucchiai di ragù, la mozzarella tagliata a filetti e chiudeteli arrotolandoli su sé stessi. Imburrate una teglia da forno, coprite il fondo con qualche cucchiaio di salsa, poi adagiate gli stracci uno vicino all'altro. Cospargeteli di sugo, parmigiano e qualche fiocchetto di burro per aiutare la gratinatura. Cuocete in forno caldo a 180° per circa 15 minuti.
l'Italia nel piatto

Pasta al forno in giro per l’Italia

Liguria: tortino di spaghetti alla genovese 

Lombardia: Pizzoccheri con funghi e taleggio gratinati al forno 

Trentino-Alto Adige:  Schunchenfletz gratinati

Veneto: Pasticcio clandestino: lasagna di zucca e formaggi dei partigiani

Friuli-Venezia Giulia:  Lasagne al ragù bianco e porri


Emilia-Romagna: Lo scrigno di Venere di Bruno Barbieri

Toscana: Pasta al forno toscana: le lasagne

Umbria: Lasagne al tartufo e salsiccia

Marche: Fregnacce Marchigiane

Abruzzo: Timballo di maccheroni: la pasta al forno delle domeniche abruzzesi

Molise: Timballo molisano di maccheroni alla chitarra

Campania: Pasta e patate con la provola, al forno

Puglia: Ziti al forno                                                                                                                                         

Basilicata: Pasta al forno con polpettine

.Calabria: A pasta chijna calabrese

Sicilia. Tagano di Aragona

Sardegna. Suppas

Pagina Facebook: www.facebook.com/LItaliaNelPiatto

Instagram: @italianelpiatto. https://www.instagram.com/italianelpiatto/

More from Marina Riccitelli
biscottini di farina integrale e nutella
Giorno 1: Mamma, io esco vado con le mie amiche al centro...
Read More
Join the Conversation

10 Comments

  1. says: carla emilia

    Direi che il termine stracci applicato a tanta bontà non si addice proprio!!! Sono buonissime queste crespelle, Meri, baci

  2. Ciao Marina! Credo che gli “stracci” siano molto simili alle nostre “scrippelle”. Anche qui in Abruzzo questa sorta di crêpes si fanno con l’acqua, sono leggere e deliziose! La tua proposta è splendida, una leccornia assolutamente da provare!
    Bacioni,
    Mary

  3. Ma che bontà! Voi mi state facendo impazzire con tutte queste delizie per la domenica. io li mangerei anche tutti i giorni. non conoscevo questi Stracci che poi tanto stracci non mi sembrano. Bravissima

  4. says: edvige

    Da noi vengono principalmente usate per essere riempite con marmellata ecc. io personalmente le farcisco con spinaci e ricotta e poi in forno. Da provare ma senza pomodoro per me non lo sopporto. Buona giornata un abbraccio.

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.