Crespelle con farina di ceci

crespelle con farina di ceci
crespelle con farina di ceci

La giornata mondiale dei legumi

Ecco il tema di febbraio de L’Italia nel piatto: la giornata mondiale dei legumi che si celebra il 10 febbraio di ogni anno.

Questa data è stata scelta dall’Organizzazione mondiale delle Nazioni Unite per l’alimentazione e l’agricoltura (FAO) insieme ai governi di tutto il mondo per dare il giusto riconoscimento ai valori nutrizionali dei legumi e all’importante contributo che essi offrono ai sistemi agroalimentari sostenibili.

La coltivazione dei legumi è tanto importante quanto benefica per il nostro pianeta, infatti contribuisce ad arricchire il suolo di materia organica di alta qualità aumentando la capacità del terreno a trattenere l’acqua. Queste proprietà consentono agli agricoltori di ottimizzare l’uso dei fertilizzanti e dell’energia con una conseguente riduzione anche delle emissioni di gas a effetto serra.

I legumi nel Lazio

I legumi sono alimenti ad alto valore nutrizionale, fonte di proteine e ingredienti fondamentali per una dieta sana ed nel Lazio la loro coltivazione è veramente abbondante, alcuni tipi sono presidi Slow Food, come la fagiolina di Arsoli che si cucina nella pignatta di terracotta e si gusta in una zuppa con le ciciarchiole, dei quadrati di pasta fatti in casa.

Tantissime varietà di legumi

Nella provincia di Roma si coltiva anche il fagiolo regina di Marano Equo, varietà tenera e digeribile, il fagiolone di Vallepietra, presidio Slow Food, dal seme grande e di colore bianco perlaceo.
Nella zona di Viterbo si coltiva l’antica lenticchia di Onano, il cece dal solco dritto di Valentano, il fagiolo del purgatorio di Gradoli, il borlotto Regina di Sutri.

Nel territorio reatino oltre alla lenticchia di Rascino, anch’essa presidio Slow Food, ci sono i fagioli Borbontino, “il fagiolo a pisello” del lago di Turano, “il fagiolo gentile” di Labro.

In provincia di Frosinone c’è il fagiolo cannellino di Atina, DOP regionale, coltivato in zona dal 1811, mentre in provincia di Latina troviamo la cicerchia di Campodimele e la lenticchia dell’isola di Ventotene.

fonti: Fao Slowfood

Crespelle con farina di ceci

Per la mia ricetta ho scelto i ceci ed in particolare la farina di ceci che si ottiene dalla macinazione dei semi essiccati del cece; è una farina ricca di minerali, quali calcio, fosforo, ferro e di proteine vegetali ed è naturalmente senza glutine.

Le crespelle che vi propongo sono un’ottima alternativa a quelle preparate con la farina di grano e oltrettutto sono senza uova, dunque adatte ad una alimentazione vegetariana.

Dolci e salate

Ne ho preparato una versione salata e fresca ed una dolce, utilizzando i frutti di bosco e posso assicurare che sono buone tanto quanto le crespelle tradizionali, solo sono più delicate nella consistenza.

Vi lascio il procedimento per prepararle, farcitele secono i vostri gusti.

Crespelle con farina di ceci

Crespelle con farina di ceci

Keyword: farina di ceci
Porzioni: 8 crespelle

Equipment

  • 1 padella antiaderente 16 cm diametro

Ingredienti

Per le crespelle

  • 100 g farina di ceci
  • 220 ml di acqua a temperatura ambiente
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine di oliva
  • 1 pizzico di sale

Per il ripieno salato

  • mezzo avocado maturo
  • 6 pomodorini rossi
  • 1 mazzetto di rucola
  • qualche fogliolina di barbabietola o bieta rossa
  • 1 pizzico di sale
  • 1 pizzico di pepe
  • 1 cucchiaio di olio extra vergine

Per il ripeno dolce

  • 120 g frutti di bosco anche surgelati
  • 1 cucchiaio di zucchero semolato
  • 1 cucchiaio di succo di limone

Istruzioni

  • Versate la farina di ceci in una ciotola, aggiungete sale, acqua e olio. Mescolate per ottenere una pastella semi densa e senza grumi.
  • Ungete leggermente una padella antiaderente e scaldatela, versate un mestolino di composto e stendetelo per formare la crespella. Attendete che si formino delle bollicine poi con una spatola giratela e fatela cuocere anche dall'altro lato.
    Continuate fino ad esaurimento del composto.

Ripieno salato

  • Affettate l'avocado, tagliate i pomodori e inserite tutto in una ciotola, insieme alle foglioline di rucola e bietola. Salate, pepate e condite con olio. Mescolate e farcite con questa insalatina alcune delle crespelle.

Ripieno dolce

  • Lavate i frutti di bosco e cuoceteli in un pentolino con lo zucchero a fiamma bassa. Lasciate che lo zucchero si sciolga e che formi uno sciroppo con i frutti. Aggiungete il succo di limone e fate sobbollire a fiamma bassissima 6/8 minuti poi lasciate intiepidire. Farcite le crespelle con i frutti sciropposi, chiudetele e spolveratele di zucchero a velo.

Se vi piacciono i ceci sul blog trocerete anche queste ricette : il burger di ceci I nachos di ceci con guacamole La zuppa di ceci e castagne La minestra di pane sotto

l'Italia nel piatto

Ecco le buonissime ricette regionali italiane:

Liguria: marò di fave

Lombardia: Zuppa rustica con i Fagiolini dall’occhio di Pizzighettone, i”Fasulin de l’oeucc”

Trentino-Alto Adige: Crema di fagioli con involtino di verza e ricotta

Veneto: Radici e fasoi, insalata di radicchi e fagioli

Friuli-Venezia Giulia:   Zuppa di orzo e fagioli

Emilia-Romagna: Pancetta e piselli

Toscana. Fagioli con l’occhio (o dall’occhio o dell’occhio) all’aretina

Umbria: Insalata di fagioli diavoli rossi con patate e cipolle 

Abruzzo: Torchioli con ragù di lenticchie 

Molise: Zuppa agnonese di lenticchie e pallotte

Campania: Zuppa di lenticchie e friarielli 

Puglia: Ceci e funghi cardoncelli della Murgia

Basilicata: Cicerchie ricetta lucana con i cavatelli 

Calabria: Lagane e ceci alla calabrese

Sicilia: Minestra di Lenticchie Siciliana

Sardegna: Il minestrone di lunga vita della famiglia Melis di Perdasdefogus

Pagina Facebook: www.facebook.com/LItaliaNelPiatto
Instagram: @italianelpiatto:  https://www.instagram.com/italianelpiatto/

More from Marina Riccitelli
frittelle di talli di zucchina al profumo di aneto
un fritto ogni tanto…. Pulire e lavare per bene i talli di...
Read More
Join the Conversation

8 Comments

  1. Uso troppo poco la farina di ceci in cucina, ma mi sono ripromessa davvero di impegnarmi a farlo quanto prima.
    Prendo nota di queste tue deliziose ricette, in tutte e due le versioni 😉
    Un grande abbraccio

  2. says: carla emilia

    Ciao Mari le crespelle con la farina di ceci non le ho mai preparate e mi intrigano molto, quindi proverò, a presto e grazie per la ricetta!

  3. says: Elena

    Ma sai che ho riscoperto la farina di ceci? Faccio spesso la frittata di Bianchi (la farifrittata) e ci piace tanto, proverò anche le tue crespelle che sono sicura mi piaceranno! Al momento scelgo però quella salata, mi intriga davvero! Un abbraccio!

Leave a comment
Leave a comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Recipe Rating




Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.